Non avere figli per scelta ed essere felici lo stesso, o semplicemente “childfree by choice”.

 


Non avere figli per scelta…le domande.

“Ci sono novità?”…”Hai la nausea? Sicuramente sei incinta cara, evviva!”…”Ma ancora niente?”…”E voi figli quando?”…”Ma cosa stai aspettando? guarda che poi ti penti!”. Quante di voi hanno provato pessimismo e fastidio davanti alla discrezione ed eleganza di domande come queste? Se poi si è anche “gattare” dichiarate come me, con due bellissimi esemplari di gatto, con i quali si condivide tutto, ma proprio tutto, l’altra domanda/inesorabilesentenzadefinitiva carina è: “due gatti? Ma fai un figlio che è meglio!” Eh si! Perchè se amo i gatti, o se si amano i cani, i serpenti, le galline, i conigli, è perchè cerco, cerchiamo, di colmare il vuoto, causato dall’assenza di figli. Ma certamente! Ed è inutile dire che TU figli non ne vuoi per pura, ponderata, semplice scelta, tanto le supermamme ne sanno sempre una più di te ed è ovvio che la mia sia una scusa inventata, per nascondere l’impossibilità a procreare…poverina me e voi tutte mie care childfree! Affette da impotentia generandi, quella che per il diritto canonico è motivo, sappiatelo, di annullamento del matrimonio insomma. A questo pensano le mamme moderne e non solo! Anche i parenti, gli amici, i conoscenti, il postino che ti recapita le raccomandate da ormai tre anni, da quando abiti lì e ancora non ha notato il fiocco rosa o celeste davanti la porta d’ingresso, i vicini e tutto l’universo animale, vegetale ed inanimato che ti orbita attorno.

Non avere figli per scelta ed essere felici lo stesso

Fatevene tutti una ragione! Esistono donne, che si sentono tali al cento per cento, anche senza marmocchi, che sbavano e strillano h24 (lo so bene che non fanno solo questo, è ironico). Ma io vi credo giuro! Ci credo che siete felici della scelta di aver fatto un paio di figli, ma posso essere felice a modo mio? Posso sentirmi felice senza imitare il vostro modo di esserlo? Amo i bimbi, mi piace stare con loro, stimolare la loro originale fantasia con domande ad hoc, ma questo non vuol dire che ne voglia uno tutto per me, e neanche due. Nè mi sognerei mai di dire ad una mamma che non sa cosa si perde a dormire senza orario nei week-end, a programmare un viaggio senza per forza fossilizzarsi sui villaggi “per famiglie”, a non poter fare tutte le escursioni che si vogliono, a stravaccarsi sul divano per ore, senza che nessuno ti reclami, a sprofondare, sempre sul divano, quando piove, e leggere un libro, a leggere dei libri, ad andare per manifestazioni e convegni su ciò che più ti piace, a uscire senza condizionamenti. Io che ho fatto la scelta di non avere figli non lo farei mai. Non mi interessa far notare alcunchè. Perchè non accade mai il contrario? E anche quando non dicono, comunque traspare lo stesso “quello che le donne non dicono”, e anche ciò che gli uomini con la clava pensano di te, a dire la verità. Vieni guardata con, come dire, compassione, pietà, velo di mistico dolore. Mi sono sempre chiesta il perchè. Cosa porti una donna, mia coetanea, quindi si presume con le mie stesse aspirazioni, più o meno, a pensare di aver di fronte una tapina, solo perchè childfree.

Non avere figli per scelta ed essere felici lo stesso: le childfree

Ecco appunto childfree. Il termine è fantastico, perchè riporta appunto alla libertà totale e al coraggio di voler essere libere, anche di ammettere un qualcosa che è. purtroppo, tabù: la scelta di non avere figli, anche se si è perfettamente in grado di generarne. La scelta di non aver figli, sforziamoci tutti, può essere anche dettata da, udite udite, semplice istinto a NON voler fare la madre, pur amando i bambini. C’è qualcosa di perverso o sbagliato in questo? O di egoista? No! Egoista trovo che sia chi fa un figlio solo per sentirsi al pari delle altre e non perchè si sente in grado di accudire un’altra vita e per tutta la vita. Allo stesso modo non c’è nulla di sbagliato nella scelta di avere dei figli. Stop! Fine della storia. Si dovrebbe iniziare ad accettare l’idea che una donna, in quanto tale, può sentire il bisogno di NON essere madre e sentirsi completa lo stesso, perchè ciò che ci fa complete non è il fare figli, ma il sentirsi felici. Anzi…”comode”. Altra fantastica parola, alla pari di childfree. Ecco noi childfree, non siamo egoiste, solo perchè per svariate cause/motivazioni abbiamo fatto la scelta di non avere figli, semmai siamo comode e felici così. Allo stesso modo c’è chi è comoda e felice con figli. L’importante è fare le proprie scelte con consapevolezza, perchè sentiamo di volerlo fare dal più profondo dei nostri istinti e non perchè la società tutta si aspetta esattamente quello da noi. Non si può essere felici e comode se si sceglie di fare proprio ciò che qualcun altro si aspetta da noi, perchè…perchè…bah! Perchè è normale no? Normale per chi? Ma cosa e quando?

E’ normale solo ciò che noi stesse riteniamo tale, per tutto il nostro bagaglio di esperienze, diverse le une dalle altre. Non cadiamo nei soliti clichè, nelle solite convenzioni, solo perchè si fa fatica a contrastare lo status quo, qualunque esso sia, in qualsiasi ambito ci si trovi, grande o piccolo. Abbiate il coraggio di uscire da questi schemi e la prossima volta che vi troverete davanti una donna, come voi, che è “comoda e felice” e senza figli, sforzatevi a sorridere e prendere atto di quella esperienza, che dietro non ha per forza chissà quali tragiche cause, ma semplicemente una scelta di vita, altrettanto apprezzabile come quella opposta di essere madre.

Se ti va di approfondire in modo un pò più serio, fai un salto qui, se invece ami i gossip passa di qua.