Summer Jamboree festival 2017. Senigallia nell’America anni ’50.


Si sta svolgendo in questi giorni il Summer Jamboree 2017, festival internazionale di musica e cultura dell’America anni ’40 e ’50.

Il Summer Jamboree Festival è l’appuntamento vintage ormai fisso a Senigallia (AN) e che ogni anno ci fa rivivere l’atmosfera dei magici anni ’50. Quest’anno saranno ben 12 i giorni dedicati alla manifestazione, 3 di prefestival dal 26 al 28 luglio e 9 di festival, dal 29 luglio al 6 agosto.

Sono in programma ben 46 concerti di musica dal vivo in perfetto stile anni ’50, con vari spazi urbani dedicati e piste da ballo. Le famose note del Rock ‘n Roll e del Jive sapranno coinvolgere l’intera cittadina e quasi calarla in una bolla spazio temporale, in cui assaporare e, per alcuni, rivivere emozioni di un tempo ormai passato.

Ho avuto la fortuna di poterci andare e sentire fin dentro le vene cosa significa il Summer Jamboree. Innanzitutto è dolce nostalgia di un qualcosa, nonostante non l’abbia mai vissuta, non essendo ancora nata all’epoca. E in questo l’organizzazione del Summer Jamboree e l’idea stessa del festival, la trovo emotivamente geniale. Già, perché vedere donne e uomini abbigliati in perfetto stile anni ’50, io stessa ho rimediato un vestito per il Jamboree, sentire quelle note così familiari, nonostante tutto, ammirare i  finti soldati americani, le loro auto, i loro sigari, le camicie a fiori, mi hanno dato per un attimo l’emozione di quel periodo. Quando finita la guerra, una durissima guerra, da cui l’Italia usciva sconfitta, le ragazze, i ragazzi, la nuova e la vecchia generazione, quella che aveva combattuto nel nome della libertà, aveva solo voglia di vivere e ricominciare nel migliore dei modi. 

Ed ecco che quelle camicie a fiori, quelle gonne ampie svolazzanti sui passi di un Jive o di un Rock ‘n Roll, quei colori vivaci, i fiori e le fasce colorate tra i capelli, diventano patrimonio di tutti. Anche se non li ho vissuti, fanno parte di me, di tutti noi, di una coscienza collettiva, che sa e basta. Hanno significato il passaggio del testimone dal buio alla luce. A prescindere da tutto ciò che poi accadde, quella è stata l’epoca della speranza rinata, della vita che si riprendeva con impazienza la sua parte di mondo, per troppo tempo rimasta al buio.

Sarà questa la magia degli anni ’50, riproposta dal Summer Jamboree, la voglia di vivere e l’allegria ritrovate, in America così come in Italia. Un mondo che ricominciava a correre e aveva fiducia nel futuro. E’ questo che ci rende dolcemente nostalgici appena sentiamo una nota, vediamo un colore, un gesto, che ci riporta a quegli anni.

E’ quasi terapeutico il Summer Jamboree, per la nostra società ormai stanca e disillusa. Ci riabitua a rivivere quelle sensazioni, quelle emozioni che furono dei nostri padri. E’ un balsamo il Summer Jamboree, per gli animi di tutti. Ci rammenta la sensazione di allegra fiducia nel futuro, che viveva l’Italia di quegli anni, anche grazie alle camicie a fiori hawaiane degli americani, dopotutto.

Se vi trovate da quelle parti, fateci un salto. Anzi recatevi di proposito, ne vale la pena! Magari mercoledì 2 agosto, giornata dedicata al Big Hawaian Party, che si terrà presso la Spiaggia di Velluto dal tramonto all’alba. Oppure venerdì 4 agosto, per assistere allo spettacolo di Burlesque, presso il Teatro La Fenice, o semplicemente per dare un’occhiata al mercatino vintage, o provare le acconciature vintage, presso il Barber Shop old style, che è anche parrucchieria per donna.

Non ve ne pentirete e potrete dire di avere afferrato, anche se solo per un attimo, lo spirito dei fantastici anni ’50.